Cordoglio per la scomparsa dell’amico Marcello Serretta

Con grande dolore, esprimiamo tutto il nostro cordoglio per la scomparsa del caro amico e candidato tradizionalpopolare, Marcello Serretta, lodato poeta e uomo di grande umanità, che con arte, affabilità e gentilezza si faceva apprezzare da chi ha avuto la gioia di conoscerlo. Ci mancherà sia l’artista che la persona. Alla sua famiglia porgiamo le nostre più sentite e sincere condoglianze.

iTradizionalpopolari

Congratulazioni per il volume “L’Ordine Teutonico in Sicilia 1197 2019” dal Gran Magistero dell’Ordine Teutonico per Antonino Sala

Pubblico il gradito messaggio che mi è arrivato dal Gran Magistero dell’Ordine Teutonico, di cui sono Balivo di Sicilia, per il mio ultimo libro “L’Ordine Teutonico in Sicilia 1197 2019” edito dalla Fondazione Thule Cultura.

Egregio dott. Sala,

Sua Eccellenza ha con gioia ricevuto il testo che gli ha inviato, La ringrazia per le gentili parole e si congratula per la pubblicazione di un libro di grande importanza anche per l’intero Baliato. L’iniziativa di dedicare il Suo tempo alla ricerca sulla presenza dell’Ordine Teutonico in Sicilia e di riassumere in quest’opera i risultati delle Sue ricerche è certamente lodevole e il Gran Maestro è certo che l’Ordine non potrà che trarne beneficio. Con l’augurio di molto successo, La saluto cordialmente

Florian Weber

Persönlicher Referent und Zeremoniär des Hochmeisters

 

Nello Musumeci firma il documento politico programmatico de “I Tradizional Popolari” che si schierano al suo fianco nella prossima campagna elettorale

Nello Musumeci ha firmato il documento politico programmatico de “I Tradizional Popolari”, il movimento di opinione nato nel 2010 e presente in tutte le provincie dell’isola, che sarà al suo fianco nella corsa verso la Presidenza della Regione Siciliana. Il documento che gli è stato sottoposto dai dirigenti del movimento Tommaso Romano e Nino Sala, è articolato in 10 punti che riguardano sia le materie economiche ed amministrative che “principi non negoziabili come la vita e la famiglia”.

“Questo documento è la sintesi di un lungo impegno del nostro movimento di opinione in favore, dicono Tommaso Romano e Nino Sala, dell’autentica cultura e della buona politica che deve saper esprimere visioni e valori alti oltre che un’efficace amministrazione concreta.”

Punti che gli estensori ritengono qualificanti del documento firmato sono: l’applicazione integrale dello Statuto dell’autonomia siciliana concesso da S.M. il Re Umberto II; la costituzione di un’alta scuola siciliana per i funzionari regionali per la loro formazione, principalmente in etica pubblica; la valutazione di fattibilità dell’introduzione della moneta complementare all’euro in Sicilia; la tutela e promozione della famiglia, della maternità, della salute, della disabilità e della vita in tutte le sue forme; la valorizzazione delle tradizioni dell’identità spirituale del popolo siciliano; la promozione della cultura della legalità, della lingua e civiltà siciliana nelle scuole.

“Il nostro apporto, aggiungono Romano e Sala, è libero e scevro da interessi settoriali nell’affermare la centralità civile e culturale della Sicilia.”

Ecco il documento integrale

Documento presentato dal movimento “I Tradizionalpopolari” accettato e sottoscritto dal candidato alla Presidenza della Regione Siciliana

Onorevole Nello Musumeci

  1. Applicazione integrale dello Statuto dell’autonomia siciliana concesso da S.M. il Re Umberto II.
  2. Convocazione dell’Alta Corte.
  3. Costituzione di un’alta scuola siciliana per i funzionari regionali per la loro formazione, principalmente in etica pubblica, sul modello dell’’ENA francese, istituita dal governo di Charles de Gaulle, per far sorgere una nuova classe dirigente slegata dalle logiche clientelari e/o di cooptazione che sono state prevalenti nelle amministrazioni precedenti e che hanno determinato l’arretramento della regione e la perdita di credibilità dell’istituzione stessa.
  4. Valutazione di fattibilità dell’introduzione della moneta complementare in ossequio alle prerogative e peculiarità proprie dell’autonomia siciliana e nel rispetto degli accordi nazionali e internazionali.
  5. Una nuova legge per la cura del paesaggio attraverso la valorizzazione dell’agricoltura e dell’architettura tradizionale, dei beni artistici e monumentali, e delle risorse naturali come l’acqua, inoltre promuovendo l’arte, le lettere, la creatività e le scienze.
  6. Tutela e promozione della famiglia, della maternità, della salute, della disabilità e della vita in tutte le sue forme.
  7. Valorizzazione delle tradizioni etnostoriche e popolari siciliane, dell’identità spirituale, della lingua e della civiltà di Sicilia anche attuando la legge che le promuove nelle scuole. Tenendo inoltre nella giusta considerazione una più ampia solidarietà con le altre culture dei popoli che formano l’Italia.
  8. Salvaguardia del patrimonio culturale, tradizionale, simbolico, delle famiglie storiche di Sicilia attraverso l’istituzione di un registro regionale.
  9. Richiesta al governo nazione della defiscalizzazione dei carburanti.
  10. Promozione della cultura della legalità nelle scuole.

Palermo 13. 09.2017

On. dott. Nello Musumeci

Per “I Tradizional Popolari”

Prof. Tommaso Romano

Prof. Antonino Sala

Sabato 20 maggio 2017 ore 10 presso la Società Siciliana per la Storia Patria Piazza San Domenico 1, Palermo Convegno di studi su “Costantino : Imperatore e Santo “

Convegno di studi su “Costantino : Imperatore e Santo “

Presiede Giovanni Fatta Del Bosco

Presidente della Società Siciliana per la Storia Patria

Programma dei lavori:

S.E.R. Mons. Enrico dal Covolo

Rettore della Pontificia Università Lateranense:

Dalla “svolta” costantiniana alle vicende postcalcedonesi. Per una valutazione storico-teologica dei rapporti tra l’ Impero e la Chiesa nei primi secoli cristiani.

Antonio Ingoglia, Università di Palermo:

“ Amministrazione della giustizia e rapporti tra potere secolare ed ecclesiastico in età giustinianea”.

Giovanni Giuseppe Mellusi, Direttore dell’ Archivio Storico Messinese:

Una vexata quaestio: il Costitutum (o Donatio) Costantini

Teresa Sardella, Università di Catania:

da Roma a Bisanzio.

 Salvatore Bordonali, Università di Palermo:

Da Bisanzio a Palermo.

Mario Ferrante, Università degli Studi di Palermo:

Il culto di S. Costantino in Sicilia.

Coffee break

Amadeo M. Rey y Cabieses

Auditore Generale del Sacro Militare Ordine Costantiniano:

Aspetti attuali della Sacra Milizia.

 Saluti del Sindaco della Città.

   Sarà presente S.A.R. Don Pedro di Borbone Due Sicilie ,Gran Maestro dell’ Ordine Costantiniano (Spagna)

L’editore ed amico Pietro Golia ci ha lasciati.

Oggi ci ha lasciati l’editore di Controcorrente, scrittore ed amico Pietro Golia Tra i pionieri del revisionismo storico sull’Unità d’Italia e del patriottismo meridionale, bacchettò sempre – però – gli eccessi “folkloristici” e le “pigrizie intellettuali dei nostalgici inchiodati all’archeologia storica e ai miti incapacitanti”.Golia aveva 67 anni. nel 1994 fondò il circolo e le edizioni di Controcorrente. Lo sforzo culturale e storico era quello di riequilibrare la lettura del Risorgimento. Un dibattito da riaprire e che partiva da lontano, dai tempi della rivista “L’Alfiere” curata con Silvio Vitale e Angelo Manna, due dei personaggi forse tra i più importanti della destra napoletana e meridionale degli ultimi decenni del secolo passato. Alla famiglia e a tutti gli amici di Controcorrente vanno le nostre condoglianze.

I Tradizional Popolari

Una delegazione de iTradizionalpopolari parteciperà alla conferenza “La Sicilia nell’Italia che vogliamo” per ascoltare le ragioni e le proposte dell’on. Matteo Salvini

Una delegazione de “iTradizionalpopolari” parteciperà saboto 17 dicembre 2016 a Palermo, invitata dall’on. Alessandro Pagano, alla conferenza “La Sicilia nell’Italia che vogliamo” per ascoltare le ragioni e le proposte dell’on. Matteo Salvini.

Il Referendum e la Sovranità Nazionale. Incontro con Tommaso Romano, Alessandro Sacchi, Michele Pivetti Gagliardi, Nino Sala martedì 29 novembre alle 16.30 presso la Fondazione Tricoli

Il Referendum e la Sovranità Nazionale.

Ne discutiamo con Tommaso RomanoAlessandro Sacchi Michele Pivetti GagliardiNino Sala, martedì 29 novembre alle 16.30 presso la Fondazione Tricoli in via Terrasanta 82 a Palermo. Saranno presenti gli amici dell’Unione Monarchica Italiana, de iTradizionalpopolari e del Comitato per il No Liberi e Sovrani.